La Notte Rossa 2019 con Achille Occhetto

La Notte Rossa 2019 con Achille Occhetto

Il 17 ottobre scorso si è svolta a ravenna, presso la storica sala "Strocchi" (inaugurata da Togliatti nel 1946 come sede dell'omonima sezione del PCI) una riuscita iniziativa all'interno della Notte Rossa, con la presentazione del libro di Achille Occhetto La lunga eclissi (ed. Sellerio) alla presenza dell'autore.
L'iniziativa è stata pensata e voluta nell'ormai imminente 30° anniversario del crollo del muro di Berlino e della "svolta della Bolognina".
Alla presenza di un pubblico di quasi un centinaio di persone, anche giovani, l'iniziativa ha dato modo di ripercorrere le tappe salienti di un lungo e accidentato cammino, con le sue acquisizioni e le sue svolte, ma anche con le sue "eclissi".
Piena soddisfazione di tutti: autore, organizzatori, pubblico.

 

 

Presentazione libro “L’uomo di Mosca” di Alberto Cassani

Presentazione libro "L'uomo di Mosca" di Alberto Cassani

Domenica 14 ottobre 2018 a partire dalle ore 10, presso la sala-piazza Strocchi in via Maggiore 71, per il ciclo di eventi Le mattine di Porta Adriana, si terrà la presentazione del libro

 

L’UOMO DI MOSCA
UN ROMANZO OCCASIONE DI MEMORIA GENERATIVA

di e con ALBERTO CASSANI
il libro verrà presentato da GUIDO CERRONI

 

A seguire

Conversazione e ricordo di MARIO CASSANI

Antifascista, partigiano, amministratore dirigente della sinistra
Presentato da GIUSEPPE MASETTI, storico della resistenza e dell’età contemporanea

 

Durante l’incontro colazione dolce per tutti

 

 

La Notte Rossa 2017

Case del Popolo, Circoli culturali e Operai. Sono termini usati in diverse aree del nostro Paese per definire luoghi che hanno in comune una stessa storia e un cammino analogo: immobili costruiti con ore di lavoro volontario, sorti spontaneamente nella penisola per dare uno spazio di ritrovo a lavoratori e cittadini.

Nati fin dalla fine del 1800, nel corso degli anni sono stati centri importanti per lo sviluppo del territorio circostante e della coscienza dell'intero Paese. 
Sono i luoghi in cui sono nate le organizzazioni sociali, in cui si sono affermati diritti e sono state create le prime strutture per rispondere ai bisogni della popolazione.
Luoghi vissuti e di vita vissuta che hanno spesso riconosciuto il valore dei partiti nella loro funzione di mediatori sociali e di spinta per il cambiamento, con cui impegnarsi in battaglie affini per vedere riconosciuti diritti e costruire insieme le risposte necessarie.
I bisogni crescenti della società moderna, sia individuali che collettivi, rendono manifesta l'esigenza di tornare a vivere luoghi condivisi, in cui affrontare insieme le necessità del quotidiano rafforzando l'efficacia della propria azione.
Da questa esigenza nasce l'idea di far rivivere le Case del Popolo e i luoghi che ne condividono la storia. 
Questi spazi, che esistono ancora grazie ai volontari che gratuitamente li gestiscono, possono ritornare ad essere, nuovamente, luoghi in cui confrontarsi mantenendo un legame con la realtà circostante.
La Notte Rossa è una manifestazione nazionale che riconosce l'importanza storica di questi luoghi e vuole valorizzarli per farli rivivere e apprezzare anche dalle nuove generazioni. 
 
Come Fondazione Bella Ciao sosteniamo le iniziative legate alla Notte Rossa 2017 nella Provincia di Ravenna, che si terranno il 13/14/15 ottobre.
Qui sotto potete vedere una delle iniziative, organizzata a Savarna presso "La Cangina"

Ricordo di Sergio Cavina

Sergio Cavina è stato un grande uomo di partito, ma non è mai stato un uomo di parte. Da segretario provinciale del PCI ravennate (1959-1965), al cui rinnovamento contribuì in modo decisivo, da consigliere al Comune di Ravenna (1956-1979) e alla Regione Emilia-Romagna (1970-1977), non dimenticò mai che fare politica significa prima di ogni altra cosa perseguire il bene comune. Per questo cercava sempre il dialogo, la mediazione, l'intesa, non già come ripiego trasformistico ma come mezzo per affrontare e per risolvere i problemi concreti del governare e rafforzare così le istituzioni democratiche. Fino a quei "nuovi rapporti" che teorizzavano la convergenza programmatica di forze politiche diverse sul terreno condiviso dell'interesse pubblico, oltre le divisioni ideologiche e culturali. Una proposta politica coraggiosa e lungimirante, che anticipò di fatto, ancora in piena Guerra Fredda, la svolta della solidarietà nazionale.

Ricordarlo oggi, in tempi di grave crisi delle forme tradizionali di rappresentanza, significa riflettere sul senso più alto dell'impegno politico.

10 dicembre 2012
Sala Rinascita - Via Maggiore 71, Ravenna

Interventi di

Alessandro Luparini - Istituto Storico Ravennate
Carlo De Maria - Fondazione Gramsci Emilia-Romagna

Testimonianze di:

Decimo Triossi
Mario Li Vigni
Mauro Mazzotti
Natalino Guerra
Luigi Mattioli
Dante Stefani
Luciano Guerzoni

Premio “Arrigo Boldrini”

Cerimonia di conferimento del premio "Arrigo Boldrini" Bulow, Medaglia d'Oro al Valor Militare per una tesi di laurea specialistica sulla storia politico-militare del XX secolo in Emilia-Romagna.

E' la prima edizione di questo premio istituito dalla Fondazione Bella Ciao di Ravenna.

 

Martedì 24 gennaio 2012, ore 17:30
Sala Buzzi - Via Berlinguer 11 (Seconda Circoscrizione)